Archivi categoria: Diritti dei consumatori

I diritti dei consumatori previsti e tutelati dal Codice del consumo sono:
il diritto alla salute e alla sicurezza;
la tutela degli interessi economici;
il diritto al risarcimento in caso di danni;
il diritto a servizi pubblici efficienti;
il diritto alla rappresentanza ed alla partecipazione.

Multe per 2,2 milioni di euro a Tim, Wind3 e Vodafone per servizi premium non richiesti

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari amici di tellows,

tra le varie truffe che ci vengono segnalate sul nostro sito, spesso ci capita di leggere commenti riguardo ad abbonamenti indesiderati attivati a vostra insaputa.
A tal proposito, la scorsa settimana l’Autorità di garanzia per le comunicazioni (Agcom), ha sanzionato Tim, Wind3 e Vodafone, che non avrebbero tutelato i clienti contro gli addebiti per i servizi premium non richiesti attivati su cellulare.

Dal 2016 al 2020, infatti secondo Agcom, gli operatori telefonici non sono stati in grado di proteggere gli utenti dall’ondata di addebiti per i servizi premium forniti senza richiesta. Le compagnie telefoniche hanno ottenuto notevoli vantaggi economici, e talvolta hanno rifiutato di emettere il rimborso a favore degli utenti ingannati. A tal fine Agcom ha emesso sanzioni nei loro confronti per circa 2,2 milioni di euro.

null
Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Telemarketing incontrollato: c’è un regolamento per impedire le chiamate dai call center sul cellulare, ma il governo non l’ha ancora approvato

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

tra gli strumenti con cui combattere le chiamate indesiderate, di cui vi abbiamo già parlato in passato, c’è sicuramente il Registro delle Opposizioni: un servizio pubblico, gestito dal Ministero dello sviluppo economico, che permette a ogni cittadino d’iscrivere il proprio numero di telefono, al fine di non ricevere più chiamate commerciali.

Ad oggi, attraverso un form presente sul sito web è possibile registrare un numero telefonico fisso, mentre non è consentito registrare un numero di cellulare.
Eppure il Garante della Privacy avrebbe già dato l’ok al regolamento che permette di registrare anche numeri mobile, ma manca l’approvazione del Consiglio dei Ministri.
Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Telemarketing aggressivo: Il Garante della Privacy multa Vodafone per oltre 12 milioni di euro

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

pochi giorni fa, in un comunicato ufficiale, il Garante della Privacy ha reso noto di aver multato Vodafone per oltre 12 milioni di euro per telemarketing aggressivo. Nello specifico, sembra che Vodafone abbia trattato in modo illecito i dati degli utenti a fini di telemarketing.

Le indagini sono iniziate in seguito a molte segnalazioni e reclami da parte di persone che avrebbe ricevuto numerose e continue telefonate da parte del team di vendita di Vodafone.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Stop al mercato tutelato per l’energia? Attenti alle truffe!

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,
grazie di cuore per la vostra collaborazione. Questa settimana vogliamo fare un pò di chiarezza sul passaggio dal mercato tutelato a quello libero per l’energia previsto per gennaio 2022. L’Antitrust ha definito tale scadenza come “inderogabile”. In tal senso, entro gennaio 2022, tutti i clienti di luce e gas dovranno passare al mercato libero.

Ad oggi, sempre più sono le chiamate di operatori di call center che propongono un cambio di gestore per risparmiare sulle spese di trasporto dell’energia. In alcuni casi, il cambio di gestore viene promosso sostenendo l’obbligo di passare al mercato libero entro luglio 2020. In effetti, l’uscita dal mercato tutelato era in programma per tale data. Tuttavia, il decreto legge Milleproroghe ha stabilito una nuova proroga di 18 mesi, spostando al primo gennaio 2022 il termine del regime di tutela nel mercato del gas e dell’energia elettrica. Perciò, c’è molta confusione a riguardo e molto spesso accade che c’è chi si approfitta dello stato di incertezza per concludere qualche contratto-truffa.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Abbonamenti indesiderati? Ora puoi disattivarli con un sms.

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

vi ringraziamo di cuore per la vostra collaborazione nel segnalare i numeri telefonici più fastidiosi. Come sapete, ogni giorno chiamate e sms indesiderati disturbano la nostra quotidianità.

Oggi vogliamo parlarvi dei Servizi a Valore Aggiunto, o VAS (Value Added Service), che molto spesso attiviamo a nostra insaputa sul nostro smartphone durante la navigazione in Internet.

Di che cosa si tratta? Tali servizi possono essere sia ad addebito unico e quindi su conto corrente o credito telefonico, sia in abbonamento. In particolare, essi offrono generalmente servizi di intrattenimento, come oroscopo, giochi, video, o di informazione, come le condizioni metereologiche o le news dei vostri personaggi famosi preferiti. Tuttavia, per attivarli non è necessario aver dato alcun consenso esplicito.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Chi protegge i vostri dati? 155 chiamate da parte di Tim

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

vi ringraziamo per la vostra collaborazione e per seguirci anche questa settimana sul blog di tellows. Cogliamo l’occasione per fare un pò di chiarezza su un tema molto discusso in questi giorni: protezione e violazione dei dati personali.

Questa volta il Garante per la privacy ha sanzionato Tim per illeciti legati all’attività di telemarketing. E’ ormai noto il caso di un utente chiamato 155 volte da Tim in un mese.

La quota pecuniaria ammonta a 27,8 milioni di euro. La famosa azienda operante nel settore della telefonia mobile e fissa dovrà mettere in atto oltre 20 misure correttive in materia di protezione, acquisizione e trattamento dei dati.

Il gruppo Tim sarebbe responsabile, in primo luogo, di non aver eseguito adeguati controlli sull’operato di alcuni call center e, in secondo luogo, di aver obbligato i suoi clienti a fornire il consenso per il trattamento dei propri dati. Questa era la condizione per aderire al programma di sconti e premi noto come “Tim Party”. La società avrebbe infine utilizzato i dati dei clienti acquisiti con l’app “My Tim” per finalità altre rispetto all’erogazione dei regolari servizi.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lo sapevate? Il Garante per la privacy sanziona Eni luce e gas

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

vi riportiamo una notizia che ha fatto scalpore tra i più noti quotiani locali come il Sole 24 ore, la Repubblica e il Fatto. A seguito di numerose segnalazioni e ispezioni condotte dall’Autorità pubbica, il Garante per la privacy o Gpdr (General Data Protection Regulation) ha sanzionato la famosa società Eni luce e gas (Egl) per aver violato i dati personali dei consumatori nell’ambito del telemarketing e teleselling.

Eni luce e gas dovrà pagare 11,5 milioni di euro entro i prossimi 30 giorni, una delle multe più alte dopo l’entrata in vigore del Gdpr. La sanzione è stata stabilita secondo i parametri del regolamento UE sulla protezione dei dati personali, quali la durata dell’illecito e l’insistenza della condotta posta in essere, nonchè il coinvolgimento di un ampio numero di persone.

La prima sanzione, che è stata posta in essere successivamente agli ingenti reclami da parte dei consumatori, riguarda le chiamate telefoniche a scopo promozionale e pubblicitario effettuate senza il consenso della persona interessata o nonostante il suo esplicito diniego ad essere contattati. La multa ammonta a 8,5 milioni di euro.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

La nuova legge americana contro i robocalls

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari lettori di tellows,

prima di tutto intendiamo cogliere l’occasione per farvi gli auguri di buon anno, anche se un pelo in ritardo tenendo conto che son passati circa 10 giorni da capodanno. Ci sembrava opportuno iniziare la nuova decade con un articolo contenente qualche notizia positiva in relazione al tema delle chiamate spam, e per questo abbiamo deciso di parlarvi del nuovo Traced Act.

Il nome per intero di questa nuova legge introdotta in America lo scorso 30 dicembre è “Telephone Robocall Abuse Criminal Enforcement and Deterrence Act”, ossia “legge per l’applicazione penale e la deterrenza (inteso in senso giuridico come il provvedimento per prevenire la commissione di ulteriori reati da parte dello stesso soggetto) circa l’abuso di chiamate registrate”. Cosa significa tutto questo? La nuova legge, che ha lo scopo di proteggere meglio i consumatori americani dalle chiamate spam registrate, conferisce maggiori poteri esecutivi alla Commissione federale per le comunicazioni (FCC) in termini di individuazione di chiamate spam e maggiore responsabilità alle singole compagnie telefoniche in termini di protezione dei propri consumatori.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Come scoprire se ci sono abbonamenti attivi sul cellulare e come disattivarli

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari membri di tellows,

sembra strano, ma il vostro credito telefonico ultimamente sta scendendo più velocemente del solito, eppure avete un’offerta “tutto incluso” con decine di Giga che nemmeno utilizzate, le chiamate sono illimitate e gli SMS non li inviate più da quando avete installato applicazioni di messaggistica come Whatsapp e Telegram. Cosa può essere successo allora? Probabilmente avete un abbonamento attivo sul vostro cellulare che vi scala periodicamente diversi Euro.

Vediamo insieme come scoprire se ci sono abbonamenti attivi ed eventualmente come è possibile disattivarli.

Come disattivare abbonamenti indesiderati attivi:

Per prima cosa vi consigliamo di controllare se tra gli SMS ricevuti ci sono eventuali notifiche di attivazione di nuovi servizi in abbonamento da numeri sconosciuti. Se avete ricevuto un messaggio di notifica significa che almeno un abbonamento è attivo sul vostro cellulare.
È possibile disattivare questi abbonamenti in diversi modi, spesso si disattivano semplicemente rispondendo con un SMS con scritto NO oppure STOP all’SMS di attivazione che avete ricevuto.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Stretta sui call center: addio al telemarketing?

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari amici di tellows,
Oggi vogliamo parlarvi di alcune novità che vi consentiranno di ridurre drasticamente le telefonate commerciali che ricevete ogni giorno. Stiamo facendo riferimento a servizi già esistenti che possono essere combinati alle nuove disposizioni di legge imposte a chi svolge attività di call center.

Infatti nel 2019, entreranno in vigore i nuovi obblighi per le società di telemarketing e sarà possibile iscrivere, oltre ai numeri di rete fissa, anche i numeri di cellulare nel registro delle opposizioni.

Vediamo nel dettaglio come sarà più facile difendersi dalle chiamate dei call center:

• Le novità introdotte dalla legge 5/2018 in materia di telemarketing (fonte)

– Nuovi prefissi:
Sono stati creati due nuovi prefissi telefonici che i call center dovranno utilizzare, così sarà più semplice identificare una chiamata in arrivo e sapere se si tratta o meno di una telefonata commerciale. I nuovi prefissi previsti sono così distinti: il prefisso “0843” sarà assegnato alle chiamate di tipo statistico, mentre il prefisso “0844” sarà riservato alle chiamate di tipo commerciale.
I call center comunque potranno decidere di non usare questi prefissi, ma avranno l’obbligatorietà di utilizzare le numerazioni in chiaro e rendere richiamabile il numero; chi ha ricevuto la chiamata, dovrà infatti avere la possibilità di richiamare il numero e di parlare direttamente con il singolo operatore.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram