Archivi categoria: Chiamate indesiderate

Chiamate di spam telefonico sullo smartphone e al telefono fisso.

Chi protegge i vostri dati? 155 chiamate da parte di Tim

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

vi ringraziamo per la vostra collaborazione e per seguirci anche questa settimana sul blog di tellows. Cogliamo l’occasione per fare un pò di chiarezza su un tema molto discusso in questi giorni: protezione e violazione dei dati personali.

Questa volta il Garante per la privacy ha sanzionato Tim per illeciti legati all’attività di telemarketing. E’ ormai noto il caso di un utente chiamato 155 volte da Tim in un mese.

La quota pecuniaria ammonta a 27,8 milioni di euro. La famosa azienda operante nel settore della telefonia mobile e fissa dovrà mettere in atto oltre 20 misure correttive in materia di protezione, acquisizione e trattamento dei dati.

Il gruppo Tim sarebbe responsabile, in primo luogo, di non aver eseguito adeguati controlli sull’operato di alcuni call center e, in secondo luogo, di aver obbligato i suoi clienti a fornire il consenso per il trattamento dei propri dati. Questa era la condizione per aderire al programma di sconti e premi noto come “Tim Party”. La società avrebbe infine utilizzato i dati dei clienti acquisiti con l’app “My Tim” per finalità altre rispetto all’erogazione dei regolari servizi.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lo sapevate? Il Garante per la privacy sanziona Eni luce e gas

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

vi riportiamo una notizia che ha fatto scalpore tra i più noti quotiani locali come il Sole 24 ore, la Repubblica e il Fatto. A seguito di numerose segnalazioni e ispezioni condotte dall’Autorità pubbica, il Garante per la privacy o Gpdr (General Data Protection Regulation) ha sanzionato la famosa società Eni luce e gas (Egl) per aver violato i dati personali dei consumatori nell’ambito del telemarketing e teleselling.

Eni luce e gas dovrà pagare 11,5 milioni di euro entro i prossimi 30 giorni, una delle multe più alte dopo l’entrata in vigore del Gdpr. La sanzione è stata stabilita secondo i parametri del regolamento UE sulla protezione dei dati personali, quali la durata dell’illecito e l’insistenza della condotta posta in essere, nonchè il coinvolgimento di un ampio numero di persone.

La prima sanzione, che è stata posta in essere successivamente agli ingenti reclami da parte dei consumatori, riguarda le chiamate telefoniche a scopo promozionale e pubblicitario effettuate senza il consenso della persona interessata o nonostante il suo esplicito diniego ad essere contattati. La multa ammonta a 8,5 milioni di euro.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

La new entry tra le truffe: +370 dalla Lituania che ti azzera il credito telefonico

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

vi ringraziamo per le vostre segnalazioni e cogliamo l’occasione per segnalare una nuova truffa telefonica, o Ping Call, alla vecchia maniera. Se ancora non ne avete sentito parlare, non aspettate di cadere nella trappola e leggete questo articolo.

Non soltanto vi imbroglieranno, ma potreste anche essere svegliati nel cuore della notte.

Come funziona?

Come ogni frode che si rispetti, chi chiama cercherà di catturare la vostra attenzione con una chiamata senza risposta e vi indurrà a richamare. Riceverete al massimo uno o due squilli da un numero con prefisso +370, perchè l’obiettivo principale dei truffatori telefonici è quello di essere richiamati. Inoltre, nessun operatore vi rimborserà i costi della chiamata.

Se rispondete, in alcuni casi partirà una segreteria telefonica che applica tariffe speciali sui costi della chiamata o un finto operatore vi metterà in attesa.

Contriamente a quanto sarete abituati, questi sono secondo gli utenti numeri telefonici a pagamento. Soltanto a fine chiamata vi renderete conto, con vostro dispiacere, che vi hanno prosciugato il credito telefonico. Attenti anche a non rispondere, il meccanismo è lo stesso.

Tra questi:

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

La nuova legge americana contro i robocalls

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari lettori di tellows,

prima di tutto intendiamo cogliere l’occasione per farvi gli auguri di buon anno, anche se un pelo in ritardo tenendo conto che son passati circa 10 giorni da capodanno. Ci sembrava opportuno iniziare la nuova decade con un articolo contenente qualche notizia positiva in relazione al tema delle chiamate spam, e per questo abbiamo deciso di parlarvi del nuovo Traced Act.

Il nome per intero di questa nuova legge introdotta in America lo scorso 30 dicembre è “Telephone Robocall Abuse Criminal Enforcement and Deterrence Act”, ossia “legge per l’applicazione penale e la deterrenza (inteso in senso giuridico come il provvedimento per prevenire la commissione di ulteriori reati da parte dello stesso soggetto) circa l’abuso di chiamate registrate”. Cosa significa tutto questo? La nuova legge, che ha lo scopo di proteggere meglio i consumatori americani dalle chiamate spam registrate, conferisce maggiori poteri esecutivi alla Commissione federale per le comunicazioni (FCC) in termini di individuazione di chiamate spam e maggiore responsabilità alle singole compagnie telefoniche in termini di protezione dei propri consumatori.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

tellows Study 2019: Dove si colloca l’Italia nel quadro degli utenti più attivi su tellows?

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari lettori di tellows,

in seguito al primo tellows study pubblicato lo scorso novembre, abbiamo ora il piacere di condividere con voi il nuovo studio che abbiamo condotto quest’anno sui paesi con gli utenti più attivi in tutto il mondo.
Dalle informazioni raccolte da gennaio a novembre 2019 abbiamo tratto quelle inerenti allo sviluppo delle segnalazioni spam sul sito tellows. Il grafico in basso mette in comparazione i dati del 2018 e quelli del 2019, riassumendo il trend dei nostri mercati principali. La Colombia rimane sempre il paese con utenti più attivi, registrando una media di 7 persone ogni 1000 che condividono informazioni e/o esperienze personali avuti con chiamate da numeri sconosciuti. In generale, si è notato un lieve incremento nella maggior parte dei paesi presi in considerazione, e anche l’Italia fa parte di questi.

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

È tornata la truffa del +216: telefonate mute dalla Tunisia che prosciugano il conto

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,
molti di voi ci stanno segnalando negli ultimi giorni che la famosa truffa delle telefonate mute dalla Tunisia sembra essere tornata di moda. Non si tratta certo di una novità, ma se non ne avete mai sentito parlare, è meglio per voi se prestate attenzione e leggete questo articolo.

Vediamo come funziona

L’obiettivo di chi vi chiama è quello di farvi trovare una chiamata senza risposta sul telefono e indurvi a richiamare. La truffa, chiamata anche Wangiri, si attua in questo modo: si riceve uno squillo da un numero tunisino, con prefisso +216, e se si prova a richiamarlo, il credito telefonico viene prosciugato in pochi secondi. Anche rispondere alla chiamata può risultare dannoso, infatti esistono casi in cui il credito è stato prosciugato semplicemente rispondendo a questi numeri.

null

Come dicevamo, riceviamo giornalmente decine di segnalazioni di questo tipo, di seguito è possibile vederne alcune:

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Telefonate dal prefisso +44? Potrebbe trattarsi di una truffa

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari amici di tellows,
vi è mai capitato di ricevere una telefonata da un numero con il prefisso britannico +44?
Oggi cercheremo di mettervi in guardia perché potrebbe trattarsi di una truffa legata al finto trading online.

La truffa in questione è molto semplice: un operatore telefonico, chiama in merito alla possibilità di aprire un conto su fantomatiche piattaforme online, illude il cliente proponendo facili guadagni e chiede il versamento di un capitale iniziale.
Dopo poche settimane dall’investimento, sembra crescere il profitto, così che la voglia di investire aumenta. Il problema, nonché la chiave della truffa, sta nel fatto che risulta impossibile prelevare sia il denaro investito, sia quello guadagnato.

 

Vediamo alcuni commenti postati dai nostri utenti:

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Richiesta di documenti tramite WhatsApp? Attenti alle truffe!

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

oggi vi vogliamo parlare di una truffa che colpisce gli utenti tramite la nota applicazione di messaggistica WhatsApp. Infatti, è tornata alla ribalta una vecchia frode di cui non si sentiva sicuramente la mancanza.

Molti utenti segnalano di essere stati contattati telefonicamente da persone che si fingono operatori di compagnie telefoniche che offrono nuove condizioni contrattuali, alquanto vantaggiose. Se il cliente si dichiara interessato, il chiamante fornisce un numero di cellulare al quale dovranno essere inviati, tramite WhatsApp, i documenti d’identità per attivare l’offerta.
Peccato che l’offerta in questione non esista e i documenti personali verranno utilizzati o rivenduti dai truffatori per successive truffe.

null

Vediamo insieme alcuni commenti riportati sul nostro sito:

Pippo riporta il numero 0245072292:
“Sedicente call center TIM che propone un cambio di piano tariffario con una promozione che non esiste. Chiedono di inviare copia di documento personale per il ‘controllo qualità’ via mail e, se non si ottiene risposta, via Whatsapp.”

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Contratti Luce e Gas: Attenzione alla truffe.

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Una delle truffe più comuni è, senza dubbio, quella legata ai contratti per l’erogazione di gas e luce. Vittime di questa truffa non solo gli anziani, ma anche persone più giovani che, cercando un risparmio sulle bollette, finiscono per pagare un prezzo molto più alto rispetto al contratto precedente. Facciamo chiarezza e vediamo insieme come funziona.

I malfattori agiscono secondo due modalità, Porta a Porta o Call center. In entrambi i casi cercano di scoprire i codici POD e PDR. Che cosa sono e perché sono così importanti?

Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Truffa del “si”: il nuovo modo di portare a termine un contratto telefonico

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Amici di tellows,

 Oggi vi mettiamo in guardia su un fenomeno sempre più diffuso, un nuovo metodo ideato da alcuni operatori telefonici per portare a termine un contratto telefonico.

Sono numerose le chiamate da parte di operatori telefonici che ci propongono offerte vantaggiose e nuove tariffe. A prescindere dall’interesse nei confronti dell’offerta, spesso l’obiettivo però è solo quello di strappare un “SI” allo sfortunato cliente. In che modo? Anche nella maniera più banale, semplicemente rispondendo in maniera affermativa alla domanda: “Parlo con il Signor XXX?”.

Vediamo insieme come funziona. Continua a leggere

Facebooktwitteryoutubeinstagram