Luce e gas: come difendersi dalle chiamate indesiderate

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Cari utenti tellows,

se di recente avete ricevuto una chiamata indesiderata da un operatore che vi ha proposto un contratto di fornitura luce e gas, dovreste leggere questo articolo con attenzione.

Ogni giorno, sfortunatamente, gli addetti dei vari call center ci chiamano per proporci nuove offerte luce e gas, a detta loro più convenienti di quelle in essere. Spesso però, il chiamante utilizza una tecnica truffaldina per indurci a concludere il contratto telefonicamente. Capita infatti che l’operatore riporti l’obbligatorietà a passare dal mercato tutelato a quello libero. Si tratta di una notizia falsa, o meglio imprecisa; infatti un emendamento al decreto milleproroghe ha rimandato di un altro anno il termine del mercato tutelato, che è ora previsto per il 2023.

null

Cosa dicono i nostri utenti
Prima di mostrarvi cosa fare quando ricevete una telefonata di questo tipo, abbiamo raccolto alcune testimonianze dei nostri utenti, che hanno segnalato diversi numeri.

Ad esempio, Donatello, riporta il numero +393347335814:
“Voce registrata che nomina la solita presa in giro del “Mercato libero” per farti passare a Enel”

Invece Sara commenta così riguardo al numero +39336874411:
“call center che si presenta come Amministrazione Società del Mercato Libero. non rispondete, probabile truffa”

Infine l’utente TGuido56 valuta il numero +390105533024 come pubblicità aggressiva e scrive:
“Voce registrata: “Enel Energia le dà il benvenuto, entro il 31 luglio 2021 la sua fornitura dovrà necessariamente passare al mercato libero.” Ciò è falso. Ho dubbi che sia proprio Enel o altri truffatori.”

Come evitare di concludere contratti truffaldini
Ecco alcuni consigli da seguire nel caso si dovessero ricevere chiamate di questo tipo:

  • Prima regola: Mai dire sì. Questo per evitare che la vostra risposta venga registrata e poi usata per attivare il contratto. Ad esempio, alla domanda “parlo con il Sig. Rossi”, potete rispondere “sono io”.
  • Chiedere all’operatore di qualificarsi. Ossia, chiedete il suo nominativo, il nome della compagnia per cui lavora e l’indirizzo, oltre a un riferimento telefonico.
  • Non fornire POD e PDR. Questi due codici sono spesso sufficienti per cambiare il contratto.
  • Verificare sul nostro sito web, tellows.it, se il numero che vi ha chiamati è già stato valutato da altri utenti.

Inoltre, esistono anche dei servizi che bloccano a monte le chiamate indesiderate da numeri già noti alla community tellows, in questo senso vi consigliamo la nostra applicazione mobile per smartphone: tellows app.

A tutti i possessori di modem FritzBox che sono in cerca di una protezione dalle chiamate moleste su rete fissa, invece, ci sentiamo di consigliare le nostre Blacklist per FritzBox, da poco disponibili anche su Amazon.

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *