Il Modello D…ma non solo

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Si è già parlato del cosiddetto Modello D. Sullo stesso tellows.it cliccando su “scoprire”, nelle pagine di commenti, è possibile trovare alcune informazioni in materia di assistenza giuridica accessibile da internet e da tutti. Tra queste è stato posto il link al sito dell’Agicom in cui trovare il Modello D compilabile. Ma…

Come funziona il Modello D?
Che cos’è però esattamente questo Modulo per denunce in materia di telecomunicazioni? Perchè la materia è più vasta di quel che sembra! Il Modello D serve per denunciare violazioni delle norme del settore delle telecomunicazioni, si, quando si tratta di

violazioni da parte degli operatori di comunicazioni elettroniche (e di televisione) a pagamento.

Altra cosa sono “controversie con gli operatori” e “tentativi di conciliazione”, problemi per cui è sicuramente meglio consultare questa pagina, ma per i quali il Modello D non risolve proprio niente.

In caso di problemi col vostro operatore telefonico, il Modello D è da compilare assolutamente online e da inviare all’indirizzo email: [email protected] corredato di allegati comprovanti e documenti quali contratti, fatture, reclami, risposte ai reclami ecc. Pena l’irrecivibilità della denuncia.

E quali problemi sono contemplati? Il modulo offre un elenco di oggetti di denunce quali, tra gli altri: mancato funzionamento del servizio, attivazioni non richieste, mancato rispetto dei termini contrattuali o dei piani tariffari. La casella “Altro” e uno spazio sottostante permettono di esprimere ulteriori problemi non contestati e descriverli in maniera chiara e possibilmente sintetica.

Bene, poi? Successivamente, sulla base delle denunce ricevute dagli utenti l’Autorità potrà esercitare l’attività sanzionatoria d’ufficio, per far terminare condotte illecite e fornire tutela all’utenza in difesa dei consumatori.

E per gli altri?
Il Modello in questione non risponde dei casi in cui le controversie, le molestie e le violazioni non derivano da operatori telefonici, ma per esempio da altri numeri, altri Call Center che come operatori telefonici si presentano senza esserlo.
Che fare quando non si può sapere chi chiama veramente e da dove?
È il caso del numero telefonico segnalato dagli utenti, e non solo su tellows.it. Solo un piccolo esempio in cui la gentile signorina all’altro capo del telefono si presenta come impiegata di un noto operatore telefonico, offre “regali”, o necessita di porre qualche domanda al suo abbonato.
Che sia vero o no non lo può saper nessuno. Forse la bolletta del telefono una volta quando arriva e ci rivela che anche le telefonate in entrata a volte costano. In ogni caso meglio denunciare alle autorità quali Polizia Postale o Carabinieri e informare altri utenti ignari grazie a internet.

Il vostro Tellows Team
Vi augura buona giornata

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Un pensiero su “Il Modello D…ma non solo

  1. Pingback: il Modello D…parte II | Tellows Blog

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *