Broker per la Telefonia a Striscia la Notizia

Facebooktwitterredditpinteresttumblrmail

Come difendersi da Call Center “furbetti” – sms a pagamento

La scorsa settimana sono arrivate alla redazione di Striscia la Notizia varie segnalazioni da parte di clienti che avevano scoperto che dei call center all’insaputa dei clienti, avevano attivato dei servizi a pagamento (gratuiti per i primi 2 mesi).

Ovviamente tale pratica è illegale e si può, sia ricevere indietro i soldi per tali addebiti fraudolenti, sia fare delle azioni al fine di ricevere dei danni indietro, senza doversi per forza rivolgersi ad un legale.

Noi di Broker per la Telefonia abbiamo scritto alla redazione di Striscia la Notizia essendo esperti nel settore al fine di mettere al servizio dei cittadini ed aziende preziose informazioni così che ognuno possa difendersi da tali attività fraudolente.

Ringraziamo Max Laudadio per la disponibilità e la passione che mette nel far si che i cittadini possano difendersi dalle truffe, ed ovviamente per averci dato la possibilità di comunicare tali informazioni tramite Striscia.

Questo articolo non ha lo scopo di penalizzare o minimizzare gli operatori dei call center che svolgono giustamente il loro lavoro, ma ovviamente prendere le distanze da tali operatori telefonici che purtroppo svolgono il loro lavoro in maniera non etica, se non fraudolenta, rovinando così l’immagine della maggioranza delle persone oneste e di buona volontà che lavorano in questo settore.

 

Che cosa fare per difendersi dalle truffe telefoniche

Le azioni da fare per difendersi da queste azioni truffaldine sono le seguenti:

  1. Chiama il call center del gestore telefonico da cui stai ricevendo la fattura e comunica di disattivare tale servizio incriminato.
  2. Invia anche un fax o PEC all’operatore telefonico e richiedi la disattivazione di tale servizio telefonico o di sms a pagamento e tieni come copia il fax e la prova dell’invio o la PEC. Qui puoi trovare tutti i riferimenti di tutti i gestori telefonici in Italia per chiamali, inviare fax o scrivere PEC.
  3. Specifica nella tua comunicazione che vuoi che il tuo numero di telefono sia escluso da qualunque servizio a pagamento ed ovviamente che vuoi il rimborso nella prossima fattura di quello che ti è stato addebitato senza la tua autorizzazione.
  4. Verifica nella prossima fattura che il servizio sia stato effettivamente disattivato e che il rimborso che hai chiesto sia stato effettuato.
  5. Se ciò non è avvenuto richiama l’operatore e invia nuovamente il fax o la PEC.
  6. Se ancora questo non succede scrivici, gestiremo per te gratuitamente il reclamo il rimborso e ti faremo avere i tuoi soldi!
  7. Se vuoi seguire una pratica di rimborso per gli importi addebitati o ricevere dei danni per truffe telefoniche di qualunque tipo, puoi inviarci tutte le informazioni e gestiremo per te la pratica gratuitamente e ti faremo avere indietro quello che ti spetta!

 

Sms a pagamento servizi al limite della legalità

Gli sms a pagamento sono una cosa molto subdola e truffaldina dalla quale bisogna stare molto attenti. Ci sono sms a pagamento che possono letteralmente rubarti anche 80 euro al mese, sono delle vere e proprie truffe dalla quali ti consigliamo di stare molto lontano.

Se hai attivato inavvertitamente o intenzionalmente un servizio sms a pagamento, tipo suonerie, meteo o altro, puoi disattivare tale servizio semplicemente inviando la scritta STOP al numero dal quale ricevi gli sms incriminati di solito è un numero di 5 cifre. A volte invece devi scrivere prima il nome del servizio tipo METEO STOP ed invialo al numero dal quale ricevi tale sms ed il servizio sarà fermato.

Contattaci se hai od hai avuto un qualunque problema con un qualunque gestore telefonico, ci sono 10 anni di tempo per fare ricorso, ti aiuteremo a gestire la pratica gratuitamente ed avere indietro quello che ti spetta.

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *