Archivi autore: Elena

Addio telefonate indesiderate. Scopri le novità della tellows App!

Lo sapete già: con la tellows App tutte le informazioni raccolte dalla nostra community arrivano direttamente sul vostro iPhone ovunque vi troviate. Le chiamate indesiderate che vi infastidiscono, vi fanno perdere tempo e mettono a dura prova la vostra pazienza sono immediatamente riconoscibili mentre il vostro telefono squilla e sta a voi scegliere se rispondere o meno.
Quello che forse ancora non sapete è che ci sono grandi novità per voi che vi permetteranno finalmente di risolvere in maniera drastica l´insopportabile problema delle chiamate indesiderate.

Quante volte avete odiato il suono del vostro telefono che squilla nei momenti meno opportuni per rendervi conto alla fine che si tratta soltanto di una scocciatura, dell´ennesima pubblicità telefonica o di una fastidiosissima telefonata muta?

Per i possessori di iPhone è disponibile una nuova funzione della tellows App che vi consentirà di bloccare, in una sola mossa e grazie alla conoscenza raccolta dalla nostra community , tutti i numeri che non volete vi importunino più e far in modo che il vostro telefono non squilli quando si tratta di chiamate indesiderate.

Vediamo subito insieme come fare. Innanzitutto dovreste accertarvi che sul vostro telefono sia installata la versione numero 7 di iOS, il sistema operativo mobile di Apple. Per scoprire qual è la versione di iOS installata sul vostro iPhone recatevi nelle Impostazioni e accedete al menu Generali > Info. Se nel campo Versione è presente la dicitura 7.x.x vuol dire che il vostro iPhone è già dotato di iOS 7. Nel caso in cui non lo fosse, potrete provvedere a installare l´ultimo sistema operativo disponibile per il vostro dispositivo, tenendo presente però che questa versione del firmware è disponibile solo per i modelli di iPhone dal 4 in su.
Contatti
Tutti i numeri dai quali ricevete chiamate e che sono già stati valutati dagli utenti della nostra community come poco o per niente affidabili vengono salvati dalla tellows App in tre nuovi contatti della vostra rubrica – tellows Score 7, tellows Score 8 e tellows Score 9 – che contengono, appunto, i numeri telefonici meno seri con il tellows Score più alto (7-8-9). Fino a questo momento la tellows App vi permetteva di sapere a colpo d´occhio se si trattava di snervanti promozioni, abbonamenti non richiesti o indagini di mercato non desiderate.

Da adesso in poi, selezionando ciascun contatto corrispondente alle liste – per esempio selezionando tellows Score 7 – potrete decidere di bloccare tutti i numeri contenuti in esso semplicemente premendo il tasto “Blocca contatto” che trovate in fondo alla vostra schermata e confermando la vosta azione.

A questo punto il vostro telefono non squillerà più all´arrivo di telefonate provenienti da questi numeri, mentre l´intestatario del numero bloccato troverà sempre il segnale di occupato.

Potrebbe capitare che, cliccando sulla lista, dobbiate aspettare qualche secondo prima che la schermata si carichi del tutto. Ne siamo già a conoscenza, ci scusiamo per questo piccolo mal funzionamento e stiamo già lavorando per risolvere il problema il prima possibile. In ogni caso, trascorsi i pochi secondi, la vostra app funzionerà alla perfezione.

Nel caso cambiaste idea, potrete sempre sbloccare le liste selezionando la voce “Sblocca contatto”.

Se il numero che vi importuna non è ancora presente su tellows, potrete ovviamente essere voi a inserirlo per primi, valututandolo e condividendo le informazioni a vostra disposizione con gli altri utenti. Contribuirete in tal modo a espandere la base di conoscenza della nostra community e a rendere tellows, giorno dopo giorno, sempre più efficiente.

Se avete domande o suggerimenti non esitate a contattarci, il vostro feedback è sempre molto importante per noi. Seguiteci anche su Facebook per rimanere aggiornati su tutte le nostre novità!

AppStore

Stop alle telefonate mute: i call center dovranno rispettare le regole del Garante

Il telefono squilla ma dall´altra parte c´è solo silenzio. A chi non è mai capitato? Al Garante della Privacy risultano migliaia di segnalazioni e i nostri utenti lo hanno denunciato più e più volte sul nostro sito: si tratta di “telefonate mute” frutto di pratiche di telemarketing particolarmente aggressive vissute spesso dai cittadini come una forma di stalking.

Le telefonate mute a scopo commerciale sono state così frequenti negli ultimi tempi da spingere il Garante della Privacy a intervenire con alcune regole. Adesso è scaduto il tempo che era stato concesso alle società di telemarketing per adottare una serie di accorgimenti tecnici e organizzativi e dal 2 ottobre sono entrate in vigore le regole fissate dal Garante con un provvedimento generale pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale lo scorso 4 aprile per combattere il fenomeno.

Innanzitutto chiariamo cosa sono le chiamate mute: le aziende di call center, per ottimizzare la forza lavoro, impostano i loro sistemi in modo da avviare un numero di telefonate più alto degli operatori effettivamente disponibili. Queste chiamate, una volta ottenuta risposta, possono essere mantenute in attesa silenziosa finché non si libera un operatore. Il risultato è appunto una telefonata muta che se dal punto di vista delle aziende serve a eliminare i tempi morti tra una chiamata e l´altra, dal punto di vista degli utenti è diventato un fenomeno estremamente invasivo che genera “ansietà, allarme, sospetto, fastidio e disappunto, oltre alla frustrazione connessa al senso di impotenza e all’incapacità di reagire all’evento”, si legge nel testo del Garante. Il presidente dell’Autorità, Antonello Soro, aveva dichiarato

“È importante garantire la massima produttività dei call center, ma i costi della loro attività non possono essere scaricati sugli abbonati inermi. Se alcune pratiche di marketing telefonico vengono vissute dagli utenti addirittura come una forma di stalking, significa che l’impresa non sta facendo bene il suo lavoro. È prioritario per le stesse società di telemarketing che le cosiddette ‘chiamate mute’ vengano drasticamente ridotte”.

Ecco dunque le nuove regole fissate dal Garante:

1) i call center dovranno tenere precisa traccia delle chiamate mute che dovranno essere comunque interrotte trascorsi 3 secondi dalla risposta dell´utente;

2) non potranno verificarsi più di 3 telefonate mute ogni 100 andate a buon fine. Tale rapporto dovrà essere rispettato nell´ambito di ogni singola campagna di telemarketing;

3) l´utente non potrà più essere messo in attesa silenziosa, ma il sistema dovrà generare una sorta di rumore ambientale, il cosiddetto “comfort noise” (voci di sottofondo, squilli di telefono, brusio, ecc.) in modo che chi riceve la telefonata ne intuisca la provenienza;

4) l´utente disturbato da una chiamata muta non potrà essere ricontattato per cinque giorni e al contatto successivo dovrà essere garantita la presenza di un operatore;

5) i call center saranno tenuti a conservare per almeno due anni i report statistici delle telefonate mute effettuate per ogni campagna in modo da consentire eventuali controlli.

Gli operatori che non rispetteranno queste prescrizioni dell´Authority incorreranno nelle sanzioni previste.

L´azione dell´Autorità è sicuramente positiva, ma purtroppo non basta a tutelare gli utenti. Non ci resta quindi che sperare che gli operatori del settore si adeguino alle disposizioni vigenti in modo da non vanificare le novità introdotte.

Noi intanto vi consigliamo di scaricare gratuitamente il nostro tellows Magazine per essere informati sulle leggi attuali e sugli enti a cui rivolgersi per eventuali segnalazioni e, ovviamente, vi invitiamo a condividere le vostre esperienze su tellows.it!